Who is who

CARLO TRONDOLI

Direttore Filiale ETANCO ITALIA

Carlo Trondoli, Direttore Filiale Etanco Italia, dalla fine del 2007.
Egli sovrintende allo sviluppo dei progetti e dei cantieri, alla gestione dei clienti; cura il dialogo con gli architetti e le maestranze. Bolognese legato alla sua terra, passa buona parte del suo tempo a Milano e nel resto del mondo.

L'INTERVISTA

Come nasce Si.Cop?

Si.Cop Etanco viene creata nel 1996 per rivolgersi al mondo della cantieristica come partner per la fornitura di fissaggi professionali. L’idea nasce dagli intenti di Etanco, gruppo con sede a Parigi, leader storico a livello europeo nello studio e nello sviluppo di sistemi di fissaggio per le coperture e facciate, che decide di portare la propria filosofia in Italia aprendo una nuova filiale.

Qual è quindi la sua specifica attività?

Pur restando dedicati al cantiere, negli anni oltre alle coperture abbiamo cominciato ad ampliare la gamma di prodotti introducendo sistemi di e per facciate ventilate, linee vita, fissaggi per impianti fotovoltaici, coperture piane e carpenteria. Il nostro lavoro consiste nell’affiancare il cliente nella scelta dei fissaggi più idonei al progetto, proponendo soluzioni appositamente studiate per ogni caso specifico. Un team interno di tecnici, supportato dal Bureau d’etudes di Etanco, dopo aver valutato ogni aspetto della costruzione, propone un sistema di fissaggio ad hoc per rispondere ad ogni esigenza tenendo conto delle norme di costruzione e di sicurezza. Per chiarire con un esempio, vorremmo citare uno dei nostri fiori all’occhiello, il Tempio dei Mormoni di Roma, per il quale abbiamo studiato, sviluppato e prodotto un sistema di sottostruttura per il fissaggio del rivestimento in marmo, le cui lastre arrivavano a pensare fino a 130 kg mq ed erano curve.

In questi 20 anni dalla fondazione, come si è sviluppata Si.Cop Etanco?

Se da una parte la missione di Si.Cop Etanco rimane il mercato italiano, dall’altra parte, negli anni ci siamo trovati a gestire cantieri in tutto il mondo. In particolare in Africa, un mercato di grande interesse con opere di pregio, abbiamo operato in cantieri come l’Università di Kuwait City, il Centro Congressi di Algeri commissionato dal Governo Algerino, la Grande Moschea di Algeri e nuove costruzioni pubbliche ad Orano; con i committenti di queste opere si è creata un’ottima collaborazione che sta proseguendo su altri lavori in sviluppo. Negli anni abbiamo portato a termine svariati progetti in paesi come: Canada, Stati Uniti, Kazakistan, Dubai, Norvegia, Polonia, Tunisia, Marocco, Nigeria, Tchad, producendo ottimi risultati tali da garantirci nuove opportunità in fase di studio e realizzazione.

Quali sono le vostre peculiarità rispetto ad altre imprese?

Innanzitutto i sistemi che proponiamo sono stati tutti studiati e prodotti all’interno del nostro Gruppo: il know how proprio di Etanco viene applicato nei diversi poli di produzione situati nei vari Paesi della Comunità Europea. Tutti i sistemi hanno ottenuto certificazioni da Enti vari: ETA, ETAG, marcatura CE, CSTB, BUREAU VERITAS, SNJF. La tenuta dei fissaggi è testata in cantiere dai nostri tecnici tramite prove di estrazione. Ogni dettaglio per noi è importante: la consegna diretta in cantiere, la verniciatura a polvere dei fissaggi per rivestimenti con colori da tabella RAL e NCS, la fornitura di fissaggi con le guarnizioni premontate. Un tecnico commerciale seguirà l’iter completo, dalla scelta tecnica dei fissaggi alla proposta commerciale fino alla consegna in cantiere. Siamo una “piccola” azienda italiana all’interno di un Grande Gruppo europeo, per questo possiamo coniugare la flessibilità del nostro team con le enormi risorse tecniche ed economiche offerte da Etanco. In tutto ciò l’aspetto economico non è per nulla sottovalutato. Le nostre proposte, oltre ad offrire soluzioni tecniche, sono anche improntate all’ottimizzazione dei costi di cantiere (tempi di posa, lavorazioni extra, manutenzioni). Ci distinguiamo dunque perché offriamo un servizio completo e dedicato, dal muro alla pelle dell’edificio a livello strutturale ed estetico, come nessun altro al mondo può garantire.

A quali clienti vi rivolgete? Chi è il vostro “cliente tipo”?

Chi si rivolge a noi sa che offriamo molto di più che non un mero acquisto di materiale. Si appoggiano a noi costruttori, contractors e posatori. Collaboriamo con architetti per l’analisi di progetti ai quali stanno lavorando, supportandoli con soluzioni progettuali consone all’obbiettivo ed interessanti dal punto di vista tecnico ed economico.

Dunque potremmo dire che siete riusciti a mantenere la tradizione di dedica al cantiere apportando nel tempo ogni miglioria possibile in termini di offerta di prodotti ed assistenza al cliente?

Questo è esattamente ciò che abbiamo fatto e stiamo continuando a fare. Non ultima delle nostre evoluzioni, Etanco ha già approntato tutti i blocchi BIM per le facciate ventilate, che sono già disponibili per il lavoro di squadra tra noi, progettisti, architetti e posatori per raggiungere il miglior risultato possibile.